Migliorare la salute cerebrale

Prendersi cura del proprio cervello

Finora abbiamo parlato del backup del nostro cervello, la riserva cerebrale e la riserva cognitiva, e di quanto sia importante prendersene cura per un cervello in buona salute. Abbiamo anche visto che sia il volume cerebrale che la riserva cognitiva potrebbero aiutare le persone affette da SM a proteggersi contro la progressione dell’invalidità fisica e del deterioramento cognitivo.

Ma in che modo è possibile contribuire a mantenere il cervello in salute e prendersi cura della propria “riserva” ?

La salute fisica e la salute cerebrale sono interconnesse

Prendersi cura della propria salute generale può essere di aiuto sia al cervello che all’organismo nell’affrontare la sclerosi multipla.

Prendersi cura del proprio benessere cardiovascolare

  • Mantenersi fisicamente attivi fa bene alla salute cerebrale e può anche aiutare il cervello a sviluppare la propria struttura e funzione.3 Ma è ancor più importante per le persone affette da sclerosi multipla. Il benessere cardiovascolare è connesso sia al volume cerebrale che alla riserva cognitiva nelle persone che soffrono di questa patologia.1

  • È possibile migliorare il proprio benessere cardiovascolare svolgendo regolarmente esercizi che comportino un lieve aumento della frequenza cardiaca. Si tende a pensare ad attività intense come correre o seguire corsi di fitness, ma esistono molte altre attività che si possono fare, quali giardinaggio, ballo, camminate e nuoto. Qualora ci si accorga di una perdita di equilibrio, è possibile anche provare a fare esercizi da seduti.4 Ma la cosa più importante è dedicarsi a qualcosa in cui si prova piacere!

Controllare la pressione sanguigna

  • Avere la pressione sanguigna alta può aumentare il rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare.9 Inoltre, la pressione sanguigna alta è stata associata a un minore volume cerebrale e a una maggiore invalidità nelle persone affette da sclerosi multipla.1

  • Avere la pressione sanguigna alta non è qualcosa che si nota, a meno che non venga controllata dal medico. La pressione sanguigna alta può essere causata da diversi fattori, come il sovrappeso, una dieta ricca di sale, scarso esercizio fisico ed eccessivo consumo regolare di alcol. Pertanto, mantenere uno stile di vita sano e sottoporsi a controlli regolari con il proprio medico è un buon modo per gestire efficacemente la pressione sanguigna.9

Cercare di evitare di fumare

  • Il fumo può avere un effetto negativo sulle persone affette da SM per varie ragioni. Il fumo è stato associato a una serie di disturbi tra cui un tasso di recidive più alto, un aumento della progressione dell’invalidità e un deterioramento cognitivo nelle persone affette da sclerosi multipla rispetto ai non fumatori. I fumatori con SCI (sindrome clinicamente isolata*) hanno una probabilità quasi doppia rispetto ai non fumatori con SCI di sviluppare lesioni e mostrano un rischio maggiore di progredire in SM.1

  • Vi sono alcuni accorgimenti che possono aiutare a smettere di fumare. Per esempio, farsi supportare da familiari e amici informandoli delle proprie intenzioni di smettere. Inoltre, ci si può rivolgere al proprio medico per ricevere assistenza e consulenza.5

Controllare la quantità di bevande alcoliche

  • Sono diversi i benefici per la salute che si possono ottenere riducendo il consumo di alcol; per esempio, si riduce significativamente l’apporto calorico con conseguente riduzione del rischio di sviluppare un certo numero di malattie.7 Ma in particolare può essere di beneficio alle persone affette da SM. È stato dimostrato che un consumo eccessivo di alcol (attuale o pregresso) riduce la sopravvivenza delle persone affette da sclerosi multipla.1

Controllare il peso

  • Le persone affette da sclerosi multipla talvolta trovano difficoltà a perdere peso o, in alcune circostanze, a ingrassare. Inoltre, si possono incontrare maggiori difficoltà nel preparare il cibo e nello svolgere esercizio fisico. Nel tentativo di perdere peso, è importante evitare diete drastiche, e piuttosto prefissarsi degli obiettivi raggiungibili.10 La cosa migliore è apportare modifiche che possano funzionare per sé stessi e cercare di mantenere una dieta sana e fare esercizi frequentemente. Si può anche cercare di programmare in anticipo i pasti per la settimana.10

  • L’obesità è un fattore di rischio per numerose condizioni gravi come diabete di tipo 2, cardiopatia e ictus. Inoltre, è stata associata a una ridotta qualità della vita e a malattie mentali.11 Nelle persone affette da sclerosi multipla, è risultata associata a un numero maggiore di lesioni.1

*La sindrome clinicamente isolata rappresenta un primo episodio di sintomi neurologici della durata di almeno 24 ore. Sebbene le informazioni utili a identificare la causa sottostante dei sintomi possano essere insufficienti, la SCI può essere un indicatore di qualcosa che potrebbe rivelarsi sclerosi multipla.6

Io faccio yoga, mi fa bene al corpo ma anche alla mente. Infatti mi aiuta moltissimo.”

Charlotte,

affetta da SM

Paula parla di ciò che fa per prendersi cura della sua salute fisica:

(00:07:00-01:31:00):“Diciamo che ogni giorno mi concentro sulla dieta, sull’esercizio fisico e sulla routine del sonno. Essenzialmente è tutto ciò che faccio. Si tratta semplicemente di una routine, un modo di vivere. Il mio stile di vita si basa sul fatto che cerco effettivamente di dormire 8 ore a notte, senza eccezioni. Per quanto riguarda l’alimentazione, diciamo che per il 90% del tempo seguo una paleodieta o dieta delle caverne, e mi concedo un 10% di maggiore flessibilità, così riesco a mantenerla in maniera più realistica e a godermi semplicemente la vita, senza negarmi qualche sfizio, visto che adoro la cioccolata. Lo stesso vale per l’esercizio fisico. È così che gestisco la mia SM quotidianamente ed è un aspetto importantissimo della mia vita, una delle mie grandi passioni ora è allenarmi, provo così tanto interesse nell’alimentazione e nella nutrizione perché è davvero affascinante scoprire come funziona il tutto. È fantastico perché, per quanto mi riguarda, mi sono sentita molto più sicura di me stessa nel vedermi passare dalle difficoltà nel camminare a riuscire a sollevare 100 kg con le gambe in palestra. Per me è stato un enorme traguardo e so che il merito spetta alla ricerca che ho fatto, cercando di sviluppare determinati muscoli e sfruttando strategie diverse giorno per giorno, e penso che sia tutto merito della routine, della costanza in tutto quello che si fa.”

Mantenere il cervello attivo

Prendersi cura della propria salute fisica e dedicarsi ad attività che stimolano il pensiero e mantengono impegnato il cervello possono contribuire ad accrescere la propria riserva cognitiva.1

Queste tipologie di attività, se svolte durante tutto il corso della vita, si sono rivelate in grado di fornire protezione contro il possibile deterioramento cognitivo della sclerosi multipla. Pertanto, è un’ottima idea dedicarvi del tempo tutti i giorni!1

Question:

Mantenere il cervello attivo è il modo migliore per prendersi cura della salute del cervello. Questa affermazione è vera o falsa?

Scelte

Migliorare la salute del cervello: le cose importanti da sapere

Uno stile di vita salutare comporta il prendersi cura della propria salute generale e partecipare ad attività che stimolino il cervello. L’essere in sovrappeso, inattivi, fumare e bere troppo alcol, sono tutti fattori che aumentano il rischio di sviluppare condizioni gravi come malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2.12 Ricordiamo che la presenza concomitante di alcune di queste condizioni, può comportare determinate conseguenze anche nella sclerosi multipla, come ad esempio una riduzione del volume cerebrale, un aumento della progressione dell’invalidità e lo sviluppo di problemi cognitivi.1,2

In caso di preoccupazioni o per avere maggiori informazioni sulle strategie da adottare per proteggere la propria salute cerebrale, è sempre meglio rivolgersi al proprio medico.

GZIT.MS.19.10.0247

1.       Brain health: time matters in multiple sclerosis. Disponibile presso: http://msbrainhealth.org/perch/resources/time-matters-in-ms-report-may16.pdf

2.       Brain health: a guide for people with MS. Disponibile presso: http://www.msbrainhealth.org/resources/for-people-with-ms/article/brain-health-a-guide-for-people-with-ms Ultimo accesso: maggio 2017.

3.       The brain-body connection: GCBH recommendations on Physical Activity and Brain Health. Disponibile presso: http://www.aarp.org/content/dam/aarp/health/brain_health/2016/05/gcbh-the-brain-body-connection.pdf Ultimo accesso: maggio 2017.

4.       Esercizio. Disponibile presso: https://www.mstrust.org.uk/a-z/exercise#fitness

5.       Come smettere di fumare. Disponibile presso: https://www.helpguide.org/articles/addictions/how-to-quit-smoking.htm

6.       Sindrome clinicamente isolata. Disponibile presso: https://www.mstrust.org.uk/a-z/clinically-isolated-syndrome-cis

7.       Come ridurre il consumo di alcol. Disponibile presso:: https://www.drinkaware.co.uk/advice/how-to-reduce-your-drinking/how-to-cut-down/

8.       Nuove linee guida sul consumo di alcol: cosa bisogna sapere. Disponibile presso: http://www.bbc.co.uk/news/uk-35252650

9.       Pressione sanguigna alta. Disponibile presso: https://www.bhf.org.uk/heart-health/risk-factors/high-blood-pressure

10.   Gestione del peso. Disponibile presso: https://www.mssociety.org.uk/managing-your-weight

11.   Gli effetti del sovrappeso e dell’obesità sulla salute. Disponibile presso: https://www.cdc.gov/healthyweight/effects/index.html

12.   Malattia cardiovascolare. Disponibile presso: https://www.bhf.org.uk/heart-health/conditions/cardiovascular-disease